Dei della Mitologia Norrena

Gli dei della mitologia norrena sono divisi in due categorie: gli Aesir e i Vanir. I primi erano i grandi dei, vivevano ad Asgard, erano legati al mondo celeste ed erano gli dei della guerra, del coraggio, degli elementi naturali… I Vanir, dal canto loro, vivevano nel regno di Vanaheim, erano associati a mondo terreno ed erano gli dei della messe, della fertilit√† o dei mari.

Personaggi della Mitologia Norrena

La mitologia nordica è ricca di dèi e divinità, oltre a creature soprannaturali. Gli personaggi principali della Mitologia Nordica sono tanti.

Se ti piace la mitologia nordica, ti invitiamo a conoscere il fresino Yggdrasil e i Nove Mondi.

Aesir e Vanir

Alcuni erano adorati dall’aristocrazia guerriera e dagli jarl mentre gli altri erano spesso presenti alle preghiere di contadini e contadini . √ą interessante notare che quando J RR Tolkien cre√≤ le divinit√† della Terra di Mezzo le chiam√≤ “Ainur” e “Valar”.

Dei della Mitologia Norrena

Guerra tra Aesir e Vanir

Il pantheon della mitologia norrena nacque da una guerra tra due gruppi di divinit√†, gli Aesir e i Vanir, del cui confronto e successiva unione e mescolanza, fonti come il poema V√∂lusp√° raccolto nell’Edda poetica , il libro Sk√°ldskaparm√°l dell’Edda in prosa e la Saga degli Yngling, tutti scritti nel XIII secolo (gli ultimi due dal famoso poeta e storico islandese Snorri Sturluson.

Gli studiosi continuano a discutere se questo conflitto, che √® stato un evento seminale nella mitologia norrena, abbia radici storiche o appartenga esclusivamente all’immaginazione. Ma quello su cui sembrano essere d’accordo √® che i Vanir erano gli dei dei popoli pre-indoeuropei, associati ai culti della fertilit√†, che a un certo punto subirono l’invasione delle trib√Ļ indoeuropee che portarono con s√© gli dei di un nuovo culto pi√Ļ legati alla guerra, gli √Üsir. Questi furono incorporati nel pantheon piuttosto che soppiantarlo.

La guerra tra i due si √® conclusa con trattati di pace, scambio di ostaggi e persino matrimoni tra di loro, quindi a volte √® difficile distinguere quale degli abitanti di Asgard appartenesse a un gruppo o all’altro. I primi tre Aesir sono i tre figli di Bor, Odino e dei suoi fratelli Vili e V√©.

Origine della Guerra

I primi Vanir sono Gullveig (il cui maltrattamento da parte degli √Üsir ha dato origine al conflitto), Nj√∂r√įr (dio della terra fertile e del mare) ei suoi figli Freyr e Freyja, che si uniscono agli √Üsir come ostaggi dopo la guerra; Kvasir, il pi√Ļ saggio di tutti gli dei, e Lytir il veggente. John Lindow e altri autori includono anche tra i Vanir Heimdal, il dio guardiano figlio di Odino, e le nove fanciulle dell’onda (Egia, Augeia, Ulfrun, Aurgiafa, Sindur, Atla, Iarnsaxa, Gj√°lp e Greip).

Gli √Üsir ottengono anche da I√įunn, che √® un Vanir, le mele con cui riescono a rimanere per sempre giovani, anche se possono morire, come accadr√† a molti di loro a Ragnar√∂k.

Insieme, √Üsir e Vanir combatteranno contro i loro cugini, i jotun, i giganti di ghiaccio che hanno una forza sovrumana, anche se a volte si mescolano e addirittura li sposeranno. Ad esempio, Thor √® il figlio di Odino e del jotun J√∂r√į. Questi vivono nella fortezza di Utgard situata a J√∂tunheim, un altro dei nove mondi della cosmologia nordica, separati da Asgard e Midgard (il mondo degli umani).

Non sono sempre letteralmente giganti, a volte hanno le stesse dimensioni degli Æsir e dei Vanir, come nel caso di Loki che era un jotun, oppure possono anche avere una forma non umanoide, come i figli di Loki, il serpente Jörmundgander e il lupo Fenrir.

Sebbene i Vanir vivano ad Asgard con gli Æsir, la loro casa è a Vanaheim (anche se esattamente dove non viene mai menzionato), il luogo in cui torneranno dopo Ragnarök.

Alcuni studiosi ritengono che Vanaheim sia un’invenzione di Snorri, come controparte di Asgard. Altri credono che la mitologia nordica in realt√† includesse nove mondi: Asgard, √Ālfheimr, Midgard, J√∂tunheimr, Svart√°lfaheimr, Niflheim, M√ļspellsheimr, Vanaheim e forse Ni√įavellir.

Storicamente, il dibattito tra gli studiosi sui Vanir ha ruotato attorno alla questione se siano il riflesso di un presunto incontro storico tra popoli diversi nell’antico passato o un’estensione della mitologia proto-indoeuropea in cui una tale narrazione potrebbe essere esistita , per complesse ragioni sociali, tra i primi popoli indoeuropei, e successivamente esteso ai loro discendenti.

I Dei della Mitologia Nordica

Le pi√Ļ importanti divinit√† nordiche sono alla base della mitologia dei Vichinghi, tra gli altri popoli. Vediamo quali sono le divinit√† pi√Ļ conosciute della mitologia norrena.

Odino

Odino era il signore di Asgard e il padre degli dei . Considerato il dio della guerra, della morte, della saggezza o della magia, sarebbe l’equivalente di Zeus nelle culture tedesco-nordiche. Per ottenere la saggezza universale Odino dovette cavarsi l’occhio destro e bere da Mimir e trascorse anche nove giorni appeso all’albero del mondo (Yggdrasil) per scoprire il segreto delle rune. 

Odino era solito apparire sotto mentite spoglie nel mondo umano per creare conflitti , ma come un dio era raffigurato mentre brandiva la sua lancia Gungir e accompagnato dai corvi Hugin (Pensiero) e Munin (Memoria).

Frigg

Frigg √® la moglie di Odino, regina di Asgard e famosa per la sua saggezza e i suoi poteri precognitivi . Era la dea dell’amore e del matrimonio ed era associata alla dea Fulla, che era sia la sua custode che la sua confessore. Frigg √® nota per essere la madre del dio Baldr e l’architetto della sua apparente immortalit√†. √ą una delle divinit√† pi√Ļ rappresentate e venerate nella mitologia nord europea.

Thor

Il dio del tuono e dell’umanit√† √® probabilmente la divinit√† pi√Ļ conosciuta dell’intero pantheon nordico, in parte a causa della sua presenza nelle storie Marvel . Con il suo inseparabile martello Mjollnir, Thor era il dio guerriero per eccellenza, il pi√Ļ forte e coraggioso di tutti e protettore di Asgard e Midgard (la Terra) contro ogni pericolo. 

Incarnava i valori che i Vichinghi cercavano in combattimento, come il coraggio o la forza bruta. Thor avrebbe incontrato la sua morte durante un combattimento contro il serpente J√∂rmungandr durante Ragnar√∂k.

Loki

Loki non √® n√© un Aesir n√© un Vanir, ma un membro della razza dei giganti (Jotun) . √ą il dio dell’inganno e un mutaforma con il potere di trasformarsi in animali, famoso per essere sia un alleato che un nemico degli dei. Gran parte dei racconti o delle storie della mitologia norrena iniziano con qualche scherzo o scherzo di Loki che deve sistemare per salvarsi il collo

I suoi rapporti amichevoli con Asgard finiscono quando Loki causa la morte di Baldr, essendo incatenato a una roccia con le viscere di suo figlio e spruzzato di veleno di serpente. Loki avrebbe combattuto contro gli altri dei a Ragnar√∂k e alla fine avrebbe affrontato Heimdal, uccidendosi a vicenda.

Baldr

Figlio di Frigg e Odino, Baldr era il dio pi√Ļ bello e puro di tutta Asgard . Di solito √® considerato il dio della pace, della luce, della natura e della bellezza in generale. Suo fratello e controparte si chiamava H√∂√įr ed era un dio cieco che rappresentava l’oscurit√†. 

Le leggende narrano che, tormentato dalla possibile morte del suo figlio prediletto, Frigg fece giurare a tutte le creature, animali e piante di non fare del male a Baldr . Loki, geloso della sua invulnerabilit√†, scopr√¨ che il vischio non aveva prestato giuramento e indusse H√∂√įr a sparare a Baldr con una freccia di vischio. 

Pensando che non gli avrebbe fatto nulla, il dio cieco spar√≤ nel cuore di suo fratello, uccidendolo . La morte di Baldr √® una delle prime anticipazioni di Ragnar√∂k.

Heimdal

Heimdal, soprannominato “il dio bianco” √® uno degli esseri pi√Ļ importanti di Asgard, poich√© ne √® il guardiano . A causa della sua vista e dell’udito acuti, Odino incaric√≤ il pi√Ļ giovane dei suoi figli di collocare la sua dimora a Himinbj√∂rg, dove il ponte dell’arcobaleno o Bifr√∂st (ponte magico che collega i nove regni di Yggdrasil) si unisce al cielo. 

Oltre a sorvegliare le porte di Asgard, Heimdal √® responsabile del suono del Gjallarhorn quando arriva il Ragnar√∂k. Come gi√† detto, durante la fine del mondo affronter√† Loki ed entrambi moriranno in combattimento.

Freyr

Freyr √® il dio della virilit√†, della ricchezza e della regalit√†. √ą famoso perch√© ha viaggiato su una nave magica creata dal nano Eitri che aveva sempre un vento favorevole e poteva essere ripiegata e riposta in una borsa. Cavalc√≤ anche un carro trainato da un cinghiale d’oro chiamato Gullinbursti, che era pi√Ļ veloce di qualsiasi altra cavalcatura. 

Si dice che Freyr si innamor√≤ della gigantessa Ger√įr ma per farla sua moglie dovette rinunciare alla sua spada magica . Questa decisione significherebbe la morte del dio, poich√© senza la sua arma non sarebbe stato in grado di sconfiggere il gigante del fuoco Surtr.

Freia

Freyja √® la sorella di Freyr, associata all’amore, alla fertilit√† o alla bellezza . √ą una Vanir, una dea minore che si assicurava che i raccolti fossero abbondanti e aiutava gli dei di Asgard. 

Freyja era la signora di F√≥lkvangr, il campo celeste in cui riceveva e dava conforto e riposo a met√† dei guerrieri caduti in combattimento, mentre l’altra met√† si recava nelle sale di Odino nel Valhalla.

Sif

Sif √® solitamente considerata la moglie e l’amante del dio Thor (sebbene entrambi avessero relazioni e prole con altri). √ą la dea della bellezza, della fertilit√†, dell’amore (si ripetevano i valori a cui erano associati gli dei) e del grano. 

Forse la leggenda pi√Ļ ricordata su Sif √® quella in cui Loki le taglia i capelli e deve ingannare alcuni nani facendole fare i capelli d’oro insieme ad altri doni per gli dei come il martello di Thor o la lancia di Odino.

Le Valchirie

Le Valchirie erano disir, divinit√† minori che avevano ricevuto da Odino la missione di trasferire i caduti sul campo di battaglia nelle sale del Valhalla o nei campi di F√≥lkvangr. In effetti, si ritiene che il termine Valchiria significhi “colei che sceglie coloro che sono caduti in battaglia”, quindi √® molto appropriato. 

Le Valchirie, oltre a nutrire gli eserciti di Asgard con i guerrieri caduti, sono anche raffigurate sia come belle donne che come amanti degli dei e degli eroi come feroci guerrieri. Le donne nordiche che hanno combattuto (ragazze scudo) hanno visto nelle Valchirie un esempio da seguire.

Hela

Hela √® la figlia di Loki e la dea della morte. Come l’Ade nella mitologia classica , gli √® stato concesso il dominio sul regno dei morti (Helheim) e nel quale vanno coloro che non sono morti di morte eroica. 

L’aspetto di Hela era alquanto peculiare, poich√© met√† del suo corpo era quello di una bella ragazza mentre l’altra met√† era quella di un cadavere in decomposizione , e si crede che il suo aspetto fosse il motivo per cui Odino la confinava nel regno dei morti Con l’arrivo di Ragnar√∂k Hela avrebbe guidato un esercito di non morti, oltre al cane Garm e al drago N√≠√įh√∂ggr, per affrontare le schiere di Odino.

Altre creature dei Nove Regni nella Mitologia Norrena

Ma nella mitologia norrena non c’erano solo dei e uomini . Le leggende dei popoli germanici e vichinghi erano ricche di tutti i tipi di creature che popolavano i Nove Regni. Da esseri che fanno gi√† parte della letteratura fantasy come fate, nani ed elfi ai classici troll, giganti (di ghiaccio, tempesta o fuoco) o dragur , che erano cadaveri posseduti dagli spiriti dei guerrieri morti.

Fenri

Fenrir era un gigantesco lupo nero nato dall’unione di Loki e Angrboda . Sebbene all’inizio fosse solo un cucciolo, man mano che cresceva le sue dimensioni e il suo potere aumentavano enormemente e divenne una minaccia per gli dei stessi. 

Avendo predetto che Fenrir avrebbe portato alla fine del mondo, gli Aesir chiesero ai nani di creare una catena infrangibile e Tyr, dio della guerra, permise alla bestia di strappargli la mano in modo che potesse essere incatenato. Quando fosse giunto il momento, Fenrir sarebbe riuscito a spezzare i suoi legami e fare in modo che il fuoco e le acque sotterranee distruggessero Midgard. Fenrir sarebbe responsabile della morte di Odino.

Sleipnir

Sleipnir √® una delle creature pi√Ļ peculiari della mitologia norrena . √ą un cavallo a otto zampe che funge da cavalcatura per Odino ed era un dono di Loki al padre di tutti gli dei. Si dice che Loki abbia sfidato un gigante a costruire un muro in pochi mesi in cambio della mano di Freyja. 

Il gigante fu aiutato dallo stallone Sva√įilfari e per impedirgli di raggiungere il suo obiettivo, Loki si trasform√≤ in una bellissima cavalla e si accoppi√≤ con Sva√įilfari. Da quell’unione nacque Sleipnir.

Tanngnjóstr e Tanngrisnir

Tanngnj√≥str (Spaccadenti) e Tanngrisnir (Digrignare i denti) erano i due arieti che trasportavano il carro di Thor attraverso i cieli. Quando il dio ebbe fame, uccise i suoi destrieri e li mangi√≤, poich√© rimettere insieme tutte le ossa e la pelle li fece risorgere.

Jörmungandr

Loki e Angrboda avrebbero avuto tre figli e tutti avrebbero giocato un ruolo chiave nella distruzione del mondo: la dea Hela, il lupo Fenrir e il serpente J√∂rmungandr . Questa creatura fu gettata nel mare di Midgard da Odino e crebbe cos√¨ grande da poter circondare Midgard e mordersi la coda. 

Odino la tenne prigioniera finch√© si morse la coda, ma quando si liberava avvelenava il cielo e alzava i mari. Thor e J√∂rmungandr si sono incontrati tre volte, l’ultima √® stata la loro unica battaglia e dalla quale nessuno dei due sarebbe uscito vivo.

Le Norne

Le norn erano le dee del destino, tre spiriti femminili (passato, presente e futuro) che vivevano accanto alle radici di Yggdrasil, lo annaffiavano e si dedicavano a tessere telai in cui era scritto il destino delle persone, degli dei e del mondo. Sarebbero l’equivalente nordico delle moire greche.

Torna alla Home